"Corpi da strada" - Mostra personale di Piero Mascetti

Dal 1° al 22 ottobre 2005 la galleria d’arte contemporanea Edarcom Europa ospiterà presso la sede di piazza dell’Alberone, 6 a Roma, una mostra personale del Maestro Piero Mascetti intitolata “Corpi da strada”.

La mostra raccoglie circa 25 opere rappresentative della produzione degli ultimi due anni. A pochi mesi dalla grande personale ospitata nelle sale dell’Archivio di Stato a Milano, Mascetti torna ad esporre nella sua città, Roma.

Carlo Fabrizio Carli, nel testo di presentazione pubblicato in catalogo, scrive che “Piero Mascetti merita di essere annoverato tra i pittori di città, anche se nei suoi quadri - spesso di grandi dimensioni, il formato in cui l'artista più si esprime a suo agio - gli scenari architettonici non sono protagonisti, anzi neppure immediatamente riconoscibili. La città, sembra volerci suggerire il pittore, non è fatta soltanto di volumi e di quinte edilizie, ma in primo luogo della vita multiforme e concitata che si svolge nelle sue strade. Vita di uomini e di macchine; di relazioni e di scambi; di luci e di segnali; luogo per antonomasia della comunicazione, in cui si accumulano, con ritmo vorticoso, informazioni e stimoli retinici. Una città, una metropoli che non si scorge direttamente nei fisici lineamenti, ma che tuttavia, nell'esistenza quotidiana e in questi quadri, vive la sua esistenza febbrile, ed è Roma”.

Gli fa eco Andrea Romoli Barberini, nell’altro scritto pubblicato, dove afferma che “Piero Mascetti è evidentemente un pittore visionario, ma la sua immaginazione, in realtà, non è poi così diversa dall’occhio che mai vede una sola cosa ma sempre un contesto, un insieme. E questo vedere mentale, ampio e profondo, in cui tutto sembra incredibilmente indeterminato e tangibile, si proietta sulla tela in forme ambigue, evanescenti, che paiono invitare l’osservatore ad intraprendere il piacevole gioco delle analogie formali finalizzato all’individuazione delle latenze figurali”.

Il catalogo che accompagna la mostra è inoltre corredato da un’ampia antologia critica.