Generazione Anni '30 | Opere di Enrico Benaglia, Ennio Calabria, Franco Marzilli, Ernesto Piccolo, Carlo Roselli, Sebastiano Sanguigni, Lino Tardia

fenerazione30_edarcomVenerdì 26 maggio, presso la galleria Edarcom Europa, in via Macedonia 12 e 16 a Roma, verrà inaugurata la mostra “Generazione ‘30”, collettiva dedicata al lavoro di sette artisti nati negli anni ’30. Le opere selezionate, tutte provenienti dalla collezione della galleria, ben rappresentano gli spunti e gli sviluppi cui ciascun artista, nella tipicità della propria provenienza geografica e formazione culturale, ha saputo legare un linguaggio pittorico di riconoscibile qualità tecnica ed espressiva.

Dario Micacchi considerava che “La partenza lirica di Benaglia (Roma 1938) è sempre giuocando e canterellando come un fanciullo ma che si fa forte, come pittore e incisore, di tutte le trasgressioni che al fanciullosono permesse e perdonate”.
Floriano De Santi osservava che “Il movimento della tavolozza di Calabria (Tripoli 1937), nei suoi vari periodi, è lento, tellurico, ha bisogno d’inventare ed esaurire, nel susseguirsi delle sue vere e proprie fasi epocali una frenesia sottintesa ma palpata in tutti i suoi aspetti immaginosi”.
Carlo Fabrizio Carli sosteneva che “Ci si trova, comunque, in presenza di tele dalla denunciata matericità: sul supporto preparato a gesso, Marzilli (Roma 1934 – Poggio Mirteto 2010) stende la pasta cromatica, ottenuta mescolando tempera e olio, una tecnica antica che non assicura la levigata e lucida finitura dell’olio, ma piuttosto l’effetto ruvido e polveroso dell’affresco”.
Dante Maffia notava che “Qualsiasi soggetto nell’universo di Piccolo (Zagarise 1936) diventa occasione di dialogo col mondo. Egli pone il soggetto in una dimensione del tutto inedita e ne trae l’essenza del suo essere, in modo che possiamo incontrarlo e dialogarci, sentirlo creatura che vuole svelarci un segreto, che vuole accompagnarci fuori dal contesto puramente pittorico”.
Ida Mitrano rilevava che “Fantasia, gioco, verità, scienza. Roselli (Milano 1939) è qui, nell’incontro di queste componenti, che in lui non determinano disaccordo, perché la contraddizione diventa produttiva, generando mondi uguali dove tutto si ripete identico ogni giorno”.
Ennio Calabria, qui in veste di testimone del lavoro di un altro pittore, scriveva a Sebastiano Sanguigni (L’Aquila 1931 – Roma 2012) che “Nelle tue opere precedenti i corpi dialogavano con l’aria e l’aria li contaminava. L’aria è il mare della storia che si infiltra nei pori della materia delle cose, rubando e riportando memorie. In queste ultime opere è intervenuta una scissione evidente e forse drammatica”.
Andrea Romoli Barberini constatava che “Nelle opere di Tardia (Trapani 1938) segno e colore paiono ingaggiare un muto duello per la definizione di quelle forme che, specie nelle ultime opere, sembrano definirsi quasi sottintendendo i codici visivi di base, senza chiamarli direttamente in causa. Qui, linee, superfici e colori si generano reciprocamente”.

La mostra è visibile con ingresso libero fino al 17 giugno.

INFORMAZIONI

MOSTRA: Generazione ’30 | Sette artisti nati negli anni ‘30
ARTISTI: Enrico Benaglia, Ennio Calabria, Franco Marzilli, Ernesto Piccolo, Carlo Roselli, Sebastiano Sanguigni, Lino Tardia
INAUGURAZIONE: Venerdì 26 maggio ore 17
PERIODO: 26 maggio – 17 giugno 2017
ORGANIZZAZIONE: Edarcom Europa
INDIRIZZO: Via Macedonia, 12/16
ORARIO: LUN – SAB 10,30/13,00 - 15,30/19,30
INFO: 06.7802620 – www.edarcom.it
 

La Storia della Querina di Franco Fortunato in mostra alla Fondazione Villa Fabris di Thiene

fortunato_querina_edarcom_thieneDopo le esposizioni a Roma presso il Palazzo della Cancelleria e presso la galleria d’arte Edarcom Europa con un evento dedicato alle sole opere in smalti ceramici, a Bergen in occasione del Festival delle Giornate Anseatiche e a Venezia presso Palazzo Ferro Fini, Franco Fortunato racconta la Storia della Querina in Fondazione Villa Fabris (Thiene, VI), dal 19 al 21 maggio.

Una storia antica torna a vivere grazie alla sapiente ricerca artistica ed alla profonda sensibilità che contraddistingue il Maestro Fortunato e che gli permette di attraversare i secoli con un fare narrativo contemporaneo capace di scomporre la materia e ricomporla in un nuovo e coinvolgente immaginario.

Franco Fortunato (Roma, 1946), grande appassionato di mare e storie di marineria, apprende le vicende della Gemma Querina e del suo equipaggio attraverso un libro edito dalla casa editrice Nutrimenti. Successivamente, grazie al materiale documentale offertogli dai discendenti della famiglia Querini, approfondisce la conoscenza di quest’avventura dai diari di Pietro Querini, navigatore e mercante di nobile famiglia veneziana. Questi, partito da Creta per le Fiandre alla fine d’aprile del 1431 al comando della caracca Gemma Querina, costruita dai maestri d’ascia cretesi, con un carico di Malvasia, spezie, cotone e altre preziose mercanzie di provenienza mediorientale, dopo numerose peripezie, tra cui il danneggiamento della chiglia e del timone, fece naufragio e l’equipaggio, dopo una lunga navigazione alla deriva su un’imbarcazione di soccorso, raggiunse le acque delle isole Lofoten in Norvegia, duecento chilometri oltre il Circolo Polare Artico. Tratti in salvo dai pescatori dell’isola di Røst, che nei diari vengono descritti come una comunità pura e generosa, Pietro Querini e i naufraghi superstiti furono loro ospiti per quelli che vengono definiti “100 giorni in paradiso”, per poi rientrare, attraverso un lungo viaggio via terra, a Venezia nell’ottobre del 1432. A questa vicenda gli storici fanno risalire l’inizio del commercio dello stoccafisso e del baccalà dalla Norvegia all’Italia, paese a tutt’oggi consumatore di oltre il novanta per cento di questo specifico prodotto ittico.

L’esposizione è arricchita anche da un prezioso cortometraggio con la regia di Valentina Grossi, prodotto da CUT& Editing & More. Il video di circa venti minuti è stato costruito seguendo la cronologia della storia, utilizzando e rielaborando le immagini del Maestro con veri e propri movimenti di macchina, creando profondità e sfocature, tagli e sovrapposizioni che danno la possibilità ai vari elementi rappresentati di prendere vita fondendosi tra di loro in un’unica opera filmica.

INFORMAZIONI:

Artista: Franco Fortunato Mostra: La storia della Querina Inaugurazione: venerdì 19 maggio ore 10,30 Cura e coordinamento: Michela Mantoan, Francesco Ciaffi Periodo: 19-21 maggio 2017 Spazio: Fondazione Villa Fabris Indirizzo: Via Trieste 43, Thiene (VI)Orario: 10,30-18,00 – ingresso libero Organizzazione: Edarcom Europa Galleria d’Arte Contemporanea Informazioni: tel. 06.7802620 – www.edarcom.it Con il patrocinio di: Confartigianato Vicenza - Mandamento di Thiene, Comune di Thiene - Assessorato alla Cultura Partners: Fondazione Villa Fabris, Alisea Recycled and Reused Obiects Design, Oltremondano, Unigraf Zanè, Villa6 Sharing Bar, CUT& Editing & More Catalogo: Acca Edizioni

PARTECIPA ALL'EVENTO SU FACEBBOK!

Collettiva di Primavera 2017. Mostra mercato d'arte contemporanea

edarcom_collettiva_primavera_2017Venerdì 24, sabato 25 e domenica 26 marzo 2017, presso la galleria d’arte contemporanea Edarcom Europa, in via Macedonia 12 e 16 a Roma, torna il tradizionale appuntamento con la "Collettiva di Primavera", la mostra mercato dedicata a dipinti, sculture ed opere grafiche di molti tra i più importanti artisti attivi dalla seconda metà del '900 ai nostri giorni.

Per tutto il weekend, a coloro che interverranno, saranno proposte condizioni di acquisto particolarmente vantaggiose: un’occasione unica per chi voglia avvicinarsi all'arte contemporanea, nelle sue molteplici forme e tecniche, tra le opere dei tanti artisti che compongono l'ampio catalogo della galleria.

Come ogni anno, tutta la superficie espositiva sarà allestita al fine di poter dare la più ampia visibilità a ciascuno degli oltre trenta artisti con cui la galleria collabora. La mostra collettiva di primavera durerà fino al 29 aprile 2017.

INFORMAZIONI

OPERE DI: Ugo Attardi, Mauro Bellucci, Enrico Benaglia, Franz Borghese, Ennio Calabria, Angelo Camerino, Michele Cascella, Tommaso Cascella, Giuseppe Cesetti, Angelo Colagrossi, Roberta Correnti, Marta Czok, Mario Ferrante, Salvatore Fiume, Franco Fortunato, Felicita Frai, Franco Gentilini, Gianpistone, Emilio Greco, Renato Guttuso, Ivan Jakhnagiev, Franco Marzilli, Piero Mascetti, Maurizio Massi, Sebastian Matta, Francesco Messina, Mauro Molle, Norberto, Sigfrido Oliva, Ernesto Piccolo, Giorgio Prati, Salvatore Provino, Domenico Purificato, Aldo Riso, Carlo Roselli, Sebastiano Sanguigni, Aligi Sassu, Cynthia Segato, Mariarosaria Stigliano, Orfeo Tamburi, Lino Tardia, Renzo Vespignani. INAUGURAZIONE: 24, 25 e 26 marzo 2017 (orario 10,30/13,00 – 15,30/19,30) PERIODO MOSTRA: 24 marzo - 29 aprile 2017 IDEAZIONE: Gianfranco e Francesco Ciaffi ORGANIZZAZIONE: Edarcom Europa INDIRIZZO DELLA GALLERIA: Via Macedonia, 12/16 – Roma ORARIO DELLA GALLERIA: da lunedì a sabato 10,30/13,00 – 15,30/19,30 INFO: 06.7802620 - www.edarcom.it

PARTECIPA ALL'EVENTO SU FACEBOOK!

La Storia della Querina di Franco Fortunato in mostra a Venezia dal 14 febbraio al 3 marzo.

edarcom_fortunato_querina_veneziaDopo essere stati presentati nel 2016 a Roma, presso il Palazzo della Cancelleria tra aprile e maggio, e a Bergen, in occasione del Festival delle Giornate Anseatiche presso il Bryggens Museum a giugno, la mostra ed il film sulla Storia della Querina arrivano finalmente a Venezia. Grazie al fattivo intervento di Massimo Andreoli, responsabile del progetto sulla "Via Querinissima", e al sempre prezioso interessamento di Giorgio Novello, Ambasciatore d'Italia in Norvegia, le opere del celebre artista Franco Fortunato saranno esposte, su invito del Consiglio Regionale del Veneto, nelle prestigiose sale di Palazzo Ferro Fini dal 14 febbraio al 3 marzo 2017.

Franco Fortunato (Roma, 1946), grande appassionato di mare e storie di marineria, apprende le vicende della Gemma Querina e del suo equipaggio attraverso un libro edito dalla casa editrice Nutrimenti. Successivamente grazie al materiale documentale offertogli dai discendenti della famiglia Querini, approfondisce la conoscenza di quest’avventura dai diari di Pietro Querini, navigatore e mercante di nobile famiglia veneziana. Questi, partito da Creta per le Fiandre alla fine d’aprile del 1431 al comando della caracca Gemma Querina, costruita dai maestri d’ascia cretesi, con un carico di Malvasia, spezie, cotone e altre preziose mercanzie di provenienza mediorientale, dopo numerose peripezie, tra cui il danneggiamento della chiglia e del timone, fece naufragio e l’equipaggio, dopo una lunga navigazione alla deriva su un’imbarcazione di soccorso, raggiunse le acque delle isole Lofoten in Norvegia, duecento chilometri oltre il Circolo Polare Artico. Tratti in salvo dai pescatori dell’isola di Røst, che nei diari vengono descritti come una comunità pura e generosa, Pietro Querini e i naufraghi superstiti furono loro ospiti per quelli che vengono definiti “100 giorni in paradiso”, per poi rientrare, attraverso un lungo viaggio via terra, a Venezia nell’ottobre del 1432. A questa vicenda gli storici fanno risalire l’inizio del commercio dello stoccafisso e del baccalà dalla Norvegia all’Italia, paese a tutt’oggi consumatore di oltre il novanta per cento di questo specifico prodotto ittico.

Nelle oltre quaranta opere tra dipinti, ceramiche e tecniche miste, realizzate per raccontare questa avventura, Franco Fortunato traduce le emozioni contenute nel racconto di un “uomo di mare” con la consueta sensibilità che contraddistingue la sua ricerca artistica, capace di scomporre la materia per ricomporla in un nuovo immaginario.

L’esposizione è arricchita anche da un prezioso cortometraggio con la regia di Valentina Grossi, prodotto da CUT& Editing & More. Il video di circa venti minuti è stato costruito seguendo la cronologia della storia, utilizzando e rielaborando le immagini del Maestro con veri e propri movimenti di macchina, creando profondità e sfocature, tagli e sovrapposizioni che danno la possibilità ai vari elementi rappresentati di prendere vita fondendosi tra di loro in un’unica opera filmica.

Inoltre una selezione delle tavole realizzate hanno reso possibile la pubblicazione di un pregiato prodotto editoriale a cura di Il Mare Libreria Internazionale, punto di riferimento unico e luogo di “approdo” per tutti gli amanti della nautica da diporto e da competizione, per i patiti dell'esplorazione sottomarina, per i ricercatori di storie e di notizie riguardanti la cultura del mare in tutti i suoi aspetti.

La mostra, promossa dal Consiglio Regionale del Veneto, è curata nell’organizzazione dalla Edarcom Europa Galleria d’Arte Contemporanea, è accompagnata da un catalogo edito da Acca Edizioni con testi di Roberto Ciambetti, Presidente del Consiglio Regionale del Veneto, Massimo Andreoli, Project Manager della Via Querinissima, Giorgio Novello, Ambasciatore d’Italia in Norvegia, e Paolo Francis Quirini di Santa Giustina e Franco Fortunato.

SCHEDA TECNICA

Artista: Franco Fortunato Mostra: La storia della Querina Inaugurazione: martedì 14 febbraio ore 13,00 Cura e coordinamento: Martina Fortunato, Francesco Ciaffi Periodo: 14 febbraio – 3 marzo 2017 Spazio: Palazzo Ferro Fini Indirizzo: San Marco 2322, Venezia Orario: da lunedì a venerdì dalle 9,30 alle 17,30 – ingresso libero Organizzazione: Edarcom Europa Galleria d’Arte Contemporanea Informazioni: tel. 06.7802620 – www.edarcom.it – www.francofortunato.com Con il supporto di: VE.LA. SpA, Il Mare Libreria Internazionale, Paolo Francis Quirini di Santa Giustina, Artetre Partners: CARNEVALE DI VENEZIA 2017, CERS-Consorzio Europeo Rievocazioni Storiche, Wavents srl, Via Querinissima, Venerabile Confraternita del Bacalà alla Vicentina, NORDLAND Catalogo: Acca Edizioni Allestimento: TOSETTO

Urban feelings | La città nelle opere di dieci artisti

Venerdì 10 febbraio, presso la galleria Edarcom Europa, in via Macedonia 12 e 16 a Roma, verrà inaugurata la mostra “Urban feelings", collettiva dedicata al tema della città attraverso la selezione, curata da Francesco Ciaffi, di opere di dieci artisti.

Mauro Bellucci (Roma 1963) richiama l’attenzione sul tema dell’inquinamento aggredendo lo spettatore con le sue ciminiere, attraenti negli effetti cromatici ottenuti dal sapiente impiego dei colori ad olio e delle resine industriali. Enrico Benaglia (Roma 1938) ci accompagna in ambientazioni surreali dove i palazzi, delicatamente appoggiati su spiagge deserte, fanno da quinta a romantiche fughe di esili figure di carta. Mario Ferrante (Roma 1957) utilizza un registro impressionista contemporaneo per raccontare il continuo movimento di malinconici paesaggi e di persone in cerca di ascolto. Franco Fortunato (Roma 1946) collega la sua seducente tavolozza alle raffinate architetture rinascimentali di città calate in atmosfere metafisiche. Franco Marzilli (Roma 1934 – Poggio Mirteto 2010) impasta le sue morbide vernici per creare superfici ruvide dove ferma scorci fuori da ogni tempo. Piero Mascetti (Roma 1963), per mezzo di una partitura pittorica di forte impianto gestuale e informale, si concentra sulle sensazioni suggerite da situazioni, per i più quasi invisibili ed insignificanti, in un continuo e rapido evolvere. Sigfrido Oliva (Messina 1942) dichiara il suo amore per Roma con opere dove sembra voglia dipingere l’aria tanto sono leggere e impalpabili le velature di colore che sceglie. Carlo Roselli (Milano 1939) crea città ideali dove la struttura del paesaggio, ritratto in una sorta di visione aerea, rimanda ad una dimensione onirica i diversi elementi dei luoghi vissuti. Cynthia Segato (Roma 1958) porta la città in un infinito gioco dove sirene e ranocchi, fiabe e filastrocche rivivono negli spazi astronomici che le sono cari. Mariarosaria Stigliano (Taranto 1973) dipinge città dove non c’è la ricerca di una sicurezza ma la presa di coscienza della vita come scoperta di momenti in grado di riscaldarci e ricondurci alla comprensione del nostro essere più profondo. 

 

La mostra “Urban feelings” si compone di circa trenta opere ed è visibile con ingresso libero fino al 4 marzo.

 

INFORMAZIONI

 

MOSTRA: Urban feelings | La città nelle opere di dieci artisti

ARTISTI: Mauro Bellucci, Enrico Benaglia, Mario Ferrante, Franco Fortunato, Franco Marzilli, Piero Mascetti, Sigfrido Oliva, Carlo Roselli, Cynthia Segato, Mariarosaria Stigliano.

PERIODO: 10 febbraio – 4 marzo 2017

ORGANIZZAZIONE: Edarcom Europa

INDIRIZZO: Via Macedonia, 12/16

ORARIO: LUN – SAB 10,30/13,00 - 15,30/19,30

INFO: 06.7802620 – www.edarcom.it

 

PARTECIPA ALL'EVENTO SU FACEBOOK!