Ugo Attardi

Ugo_AttardiNasce a Sori (Genova) nel 1923. Nel 1947 è tra i firmatari del manifesto di Forma 1 sulla linea di un’astrazione geometrica di cui resta traccia nella scomposizione cromatica dei paesaggi siciliani dipinti durante i suoi frequenti viaggi sull’isola.

All’inizio degli anni Cinquanta si dedica ad una pittura di impostazione realista d’esplicito impegno civile e di chiara linea figurativa, cui segue un ulteriore mutamento del linguaggio verso temi di scene d’interni incastrate a vedute urbane in esterno, con un colorismo saturo tipico dell’esempio della Scuola Romana. Dopo l’esperienza di redattore della rivista Città aperta (1957), compaiono nelle sue opere erotismo e violenza, tematiche fondamentali del suo immaginario pittorico.

Dal 1967 si dedica alla scultura e alla narrativa, mentre in parallelo con l’attività pittorica si sviluppa quella grafica e disegnativi, nella quale la plasticità dei contrasti chiaroscurali si alterna alla riduzione del segno in forme elementari ed essenziali. Ugo Attardi muore a Roma nel 2006.

 Opere Grafiche

 Opere Uniche